La human escalation dei nostri chatbot diventa ancora più “umana” grazie a Bandyer

Basta un click e si è già connessi in audio e video con il primo operatore disponibile

La human escalation dei nostri chatbot diventa ancora più “umana” grazie a Bandyer

Stiamo assistendo a un profondo cambiamento nel rapporto tra il fisico e il virtuale. La distinzione tra lo spazio fisico e lo spazio online viene ad assottigliarsi man mano che il digitale viene integrato nella nostra quotidianità e la relazione con il brand avviene sempre di più attraverso una molteplicità di canali. Tanto che oggi risulta normale visitare virtualmente un negozio dal proprio smartphone o chattare con un bot e finalizzare un acquisto. La sfida per l’attenzione e la soddisfazione dei clienti si gioca tutta sul terreno della Customer Experience: non basta più vendere prodotti o servizi di valore, ma è soprattutto l’esperienza che il cliente fa con il brand a determinarne il successo. Le aziende che si distinguono sono quelle che creano valore per i propri consumatori supportandoli in ogni fase del customer journey.

La collaborazione con Bandyer

In questo contesto, l’umanizzazione del contatto e la continua conversazione con il consumatore sono fondamentali. In Heres infatti crediamo fortemente nel cambio di paradigma verso un’azienda sempre più Human-AI; per questo abbiamo dotato la nostra tecnologia di strumenti per lo human handover e abbiamo da subito integrato le principali piattaforme di messaggistica e customer service. Oggi siamo particolarmente orgogliosi di annunciare la nuova partnership con Bandyer che si colloca proprio nel mezzo di questo processo e che allarga ulteriormente il potenziale dei nostri assistenti virtuali.

Bandyer nasce infatti per semplificare e migliorare l’interazione tra aziende e clienti, e lo fa grazie a una tecnologia WebRTC unita a delle REST API, che supera ogni barriera tecnica e permette di inserire all’interno di qualsiasi sistema aziendale un canale di videocomunicazione versatile, semplice e immediato. Le parole d’ordine sono facilità d’integrazione, immediatezza d’uso, sicurezza e fidelizzazione dei propri clienti.

In cosa consiste l’integrazione

Con questo nuovo servizio, la tecnologia di Heres si evolve: la human escalation, che prevedeva solamente un’assistenza di tipo testuale, ora diventa pienamente immersiva grazie alla possibilità di attivare una videochiamata all’operatore. Lato utente la facilità d’uso è totale grazie all’integrazione della videochiamata direttamente dalla chat.

Attivare la feature è davvero semplice grazie al connettore plug&play già disponibile per tutti i nostri clienti: basta cliccare un bottone all’interno della chat per avviare una videochiamata con il primo operatore disponibile. L’integrazione avviene in modalità seamless, senza barriere software, fornendo un link diretto alla soluzione Bandyer.

Quali sono i vantaggi?

Le applicazioni sono davvero tantissime e adatte a ogni dominio ed esigenza. Un Dominio ideale è quello del Conversational Commerce, dove una conversazione con il chatbot per la discovery di prodotti e servizi si può trasformare in una video call con il personale di reparto: una esperienza completa e seamless dal personal shopper virtuale al video personal shopper umano.

Webchat proprietaria con integrazione a bandyer

In conclusione, la partnership tra Bandyer ed Heres avvicina il consumatore finale al brand, garantendogli un’esperienza ottimale e di valore, anche grazie alla nuova tecnologia che vede impiegati i Google Glasses per un’esperienza davvero immersiva.

Logo Bandyer

Canale

Webchat Heres

Dominio

Customer Service

Scopri la soluzione adatta a te

Contattaci e parlaci del tuo progetto: insieme troveremo la soluzione enterprise più adatta alla tua azienda!

Heres says

Il chatbot a servizio dei cittadini
14 Giugno 2022
L’AI Conversazionale al servizio dei cittadini
Casi di studio
AI conversazionale per aste giudiziarie
24 Maggio 2022
L’AI Conversazionale per il mondo delle aste giudiziarie online
Casi di studio
Netcomm Forum 2022
26 Aprile 2022
Heres partecipa all’edizione 2022 del Netcomm Forum
News Heres